Come fare uno scaldacollo a maglia

Ho preparato un altro regalo di Natale rigorosamente handmade. Si tratta di un “collo” eseguito con un punto particolare, di facile esecuzione e con un buon effetto finale. Ne risulta una maglia compatta, quindi ideale contro il freddo, ma, allo stesso tempo, morbida.

P1060015

P1060016

P1060020

Ho unito due filati di pura lana, uno grigio chiaro, l’altro grigio scuro;  utilizzando ferri n. 8, ho montato 36 maglie che, nel mio caso corrisponde a 24 cm. di altezza.

Per il “punto incrociato” il numero di maglie deve essere: multiplo di 2 + 1 maglia ad ogni estremità.

1° ferro (diritto del lavoro): 1 m. per il bordo, *1 m. passata a rovescio (filo dietro alla m.), 1 m. diritto, 1 gettato, passare la m. passata sulla m. lavorata e il gettato*; ripetere da * a *; terminare con 1 m. per il bordo

    2° ferro: tutto a rovescio.

Ripetere sempre questi due ferri fino alla lunghezza finale di  62 cm. Unire le due estremità con punti nascosti.

P1060035

Questo è il risultato finale..

Un abbraccio a tutti!

Annunci

34 pensieri su “Come fare uno scaldacollo a maglia

  1. Sono una neofita, cosa significa 1 maglia per il bordo? Prima di iniziare il ferro devo lavorare una maglia a dritto e alla fine del ferro idem o devo solo passarla senza lavorarla? Mi spieghi come lo devo chiudere?

    Mi piace

    • Carissima Emanuela, ecco i chiarimenti:
      1 m. per il bordo s’intende 1 m. lavorata a diritto, quindi lavori 1 diritto, fai la sequenza indicata e concludi il ferro con 1 altro diritto.
      Per quanto riguarda la chiusura, puoi sovrapporre i due lati diritto contro diritto e cucire con piccoli punti.
      A presto!

      Mi piace

  2. ..questo punto è molto bello ma non mi riesce, forse sbaglio io in qualche passaggio mi correggi per favore? 1f diritto; 2f il primo prnto diritto, 1 rovescio, 1 diritto e 1 gettata, poi prendo il punto lavorato a rovescio e lo accavallo sul diritto e la gettata e così sino alla fine. il ferro successivo tutto rovescio….help me

    grazie

    Mi piace

  3. Ciao!!
    Riesci nel caso a mettere un video, mi piace moltissimo, ho provato a farlo ma dopo la gettata mi perdo e non riesco a fare più nulla…. Aiutoooo!! 😦

    Mi piace

    • Mi permetto di inserirmi nel commento di Francesca ,tanto se vuoi mi cancelli . Francesca, mi sono impratichita molto nel lavoro a maglia negli ultimi tempi ma, per non sbagliare questo punto di una faciltà estrema ,ho impiegato due giorni ( dico 2!) infilando e sfilando !La difficoltà sta nel gettato che bisogna fare in ultimo e qui la mente se ne dimentica ,non riesce a memorizzare considerato che c’è molta meccanicità nel lavoro con i ferri .Stabilito che questo gettato non lo possiamo gettare ,ma ci serve ,è facile controllare :devono essere due punti (due) racchiusi in ,diciamo,una parentesi (la maglia presa a rovescio senza lavorarla!)che le racchiude .Tu guarda :se di maglie te ne trovi solo una, vuol dire che il gettato non l’hai fatto ,ma non devi sfilare ; alza piano, con la punta del ferro, la maglia (rovescia) che hai passato e la rimetti al suo posto neanche tanto bene , fai il gettato e rifai la maglia passata( ex rovescia) che sta lì in attesa da un bel po’ di servire a qualcosa .Spero che questo romanzo aiuti ,anche se non bisogna mai andare veloci con questo punto :il cervello non l’accetta (almeno il mio) e si sbaglia lo stesso .Comunque ripaga viene davvero bello .Io l’ho fatto con due arancioni diversi e mi piace tanto Ringrazio tanto la Zia stefania

      Mi piace

  4. Ciao molto bello questo punto!! verrebbe bene anche con un colore solo? volevo fare uno scaldacollo per il mio compagno e vorrei provare a farlo con i ferri circolari…. vedremo se ce la farò altrimenti opterò per la lavorazione classica come la tua ^_^ ciaoooo e grazie per la tua condivisione

    Mi piace

  5. Pingback: Lo scaldacollo… è tornato!!! | Nuvole e Gomitoli

  6. Io credevo di aver capito anche perché sono ‘reduce -vincitrice’ dall’avvio tubolare .Ma succede che,dopo 4 giri, fra una riga e l’altra appare un tondino come di maglia a legaccio ! Che faccio di male ???
    Assolvimi con le dovute penitenze .stefania campagnuolo

    Mi piace

  7. ho capito ! Il filo dietro mi ‘rimaneva davanti’! Se faccio il vivagno a catenella ? insomma come posso risparmiarmi il bordo ?E’ un punto reversibile? Ancora non ne ho fatto molto e vorrei fare una sciarpa . Grazie per la probabile risosta e per il punto davvero bello e facile .stefania

    Mi piace

    • Cara Stefania, quando sei in presenza di un punto lavorato è sempre meglio seguire le indicazioni e successivamente, se vuoi, riprendere le maglie e lavorarle come più ti piace per fare il bordo. Aspetto di vedere il risultato! 🙂

      Mi piace

Lascia un tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...